venerdì 15 dicembre 2017

NaNoWriMo: come scrivere un (brutto) libro in un mese

Volevo scrivere questo post a inizio dicembre, subito dopo la fine del NaNoWriMo, ma per varie ragioni lo pubblico solo oggi. In realtà, poco importa perché le riflessioni che voglio fare con voi riguardano solo in minima parte, in realtà, il NaNo.

martedì 5 dicembre 2017

"3Narratori - Il libro delle ombre": booktrailer con audioletture (ebook gratuito)

Il video che sto per presentarvi segna decisamente la fine di un'era. Non tanto perché ci ho messo molto a realizzarlo (la realizzazione concreta ha richiesto ben pochi giorni), ma per la lunga storia che lo accompagna e che non traspare dai suoi fotogrammi.

Il video in questione è il booktrailer di 3Narratori - Il libro delle ombre a cura di Argonauta Xeno, ebook che esce un po' in ritardo rispetto al previsto.

venerdì 1 dicembre 2017

È arrivato dicembre 2017 e…

…  Natale è nell'aria.

Io ho sempre voglia di Natale (in genere già da ottobre lo sento nell'aria), ma quest'anno ancora di più, un po' perché l'anno scorso è stato un Natale decisamente sottotono e un po' perché sarà il primo con la mia piccolina, che sto decisamente contagiando con la passione per lucine e decorazioni (ma è solo l'inizio!).

martedì 28 novembre 2017

Audiolibro "Buck e il terremoto": c'è anche la mia voce!

Tanto tempo fa, avevo chiesto a Paolo Cestarollo (per la blogosfera, Seme Nero) di scrivere per il mio blog un guest post per parlare del bel progetto benefico Buck e il terremoto: una raccolta di racconti il cui ricavato va interamente in beneficienza alle popolazioni colpite dal sisma del centro Italia.
Ai tempi non immaginavo certo quanto sarei poi stata coinvolta direttamente nel progetto.

sabato 25 novembre 2017

Le parole che non si riescono a dire - Giornata contro la violenza sulle donne

Ho deciso di scrivere questo post solo ieri. E, mentre scrivo, non so bene perché lo sto facendo o se sia la cosa giusta, ma… voglio raccontare una cosa successa qualche anno fa, a inizio 2015, se non sbaglio, ma tanto non è importante il quando.

giovedì 16 novembre 2017

1000 e non più 1000 (?) - 1000° post


Con i ritmi di un tempo, questo post sarebbe uscito mesi e mesi fa, ma, come si dice dalle mie parti, ogni frutto matura alla sua stagione, e quindi il mio blog oggi festeggia il suo millesimo post. È un traguardo che mi fa molto più effetto di quello dei sei anni, festeggiato a luglio, perché l'età avanza per tutte le cose, ma i post non si scrivono da soli. In sei anni ci sono stati momenti di grande scrittura e altri di stasi ma questi mille post sono segno di un impegno oggettivo e quantificabile. Per mille volte mi sono messa alla tastiera per scrivere qualcosa e, soprattutto, comunicare qualcosa. A volte ho scritto post serissimi, qualche volta persino con un intento sociale. Spesso ho cercato di incuriosire o insegnare qualcosa e, di tanto in tanto, ho anche fatto cose divertenti o leggere. Vi ho parlato un po' di me, della mia scrittura e di come la mia vita lavorativa e non solo è cambiata nel tempo. E l'ho fatto per mille volte.
Ho pensato moltissimo a cosa fare per questo millesimo post e le idee che mi sono venute sono tantissime (alcune probabilmente irrealizzabili, tra l'altro), ma alla fine l'idea giusta è arrivata da sola, senza nemmeno fare troppo rumore.

venerdì 10 novembre 2017

"Dimenticami Trovami Sognami" di Andrea Viscusi

Non scrivo una recensione (delle mie, di quelle che, boh, chiamarle recensioni forse è un po' troppo) da una vita. Questa volta però devo farlo per forza perché è successo un evento sconvolgente.

Negli ultimi anni sono diventata davvero esigente in fatto di letture, tra libri abbandonati a metà, lasciati a poltrire per mesi e altri criticati selvaggiamente. Non che io non trovi il buono in tutto, eh, io cerco di farlo sempre, però diciamo che mi è molto difficile non trovare una lunga serie di ma e di però. Probabilmente vi ricorderete la serie di video-recensioni Un libro in due in cui io ero certamente il poliziotto cattivo e in cui mi avete sentita criticare persino Shakespeare. Insomma, è estremamente difficile che io trovi un libro, lo finisca e dica: «Wow, perfetto così come è». Di recente ho letto un libro di Pirandello (io adoro Pirandello!) e sono stata capace di storcere il naso anche con lui su alcune cose, quindi ormai avevo abbandonato la speranza di trovare un libro che mi soddisfacesse a pieno. E, invece… chi l'avrebbe detto che proprio un libro di fantascienza (genere che leggo pochissimo) avrebbe raggiunto questo grandioso traguardo?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...