domenica 3 gennaio 2016

Capzioso: la parola di gennaio 2016

Nuovo anno ma solita rubrica! Puntuale come sempre ecco che il 3 del mese si scopre finalmente la parola per la rubrica Una parola al mese. L'elenco completo delle parole salvate finora è presente nel primo post di questa rubrica (questo è il terzo anno, quindi sono davvero tante!). Per quanto riguarda il 2016, cominciamo quest'anno con capzioso.


Questa parola è stata scelta dalla vincitrice del concorso di racconti di 200 caratteri con la parola inane, iara R.M., con la seguente motivazione:
Mi piace il suono inusuale di questo termine pregno di significato, capace di coniugare l'abilità della parola con l'intelligenza, seppure utilizzata per fini discutibili.

Ora sono sicura che siete curiosi di scoprire tutto su questa parola, come ormai è usanza della rubrica, quindi cominciamo!

Etimologia della parola
La parola capzioso deriva dal latino captiosus da captio (frode, inganno) che a sua volta deriva da capere (prendere, afferrare) il cui intensivo è captare (sforzarsi di prendere, in senso figurato cercare di ingannare).
Da ciò deriva il significato di capzioso: ingannevole, diretto a trarre in inganno.

 La prima attestazione del termine, secondo alcune fonti, risale al XVI secolo.
Vediamo ora l'uso moderno.

Definizione
  • Che tenta di trarre in inganno o a persuadere furbescamente con sottigliezze, cavilli, sofismi e intricati tranelli, espedienti o insidie; ingannevole, sottilmente insidioso, cavilloso, fallace, sofistico


Pronuncia, forme, eventuali derivati
La parola capzioso si pronuncia con l’accento tonico sulla prima o che è da pronunciarsi chiusa [cap-zió-so].

Si tratta di un aggettivo, che presenta anche una forma plurale (capziosi), una femminile singolare (capziosa) e una femminile plurale  (capziose).

Dalla parola del mese derivano anche alcune altre parole, come:
  • (sostantivo) capziosità: sottigliezza che raggira
  • (avverbio) capziosamente: in modo capzioso.


Frasi d’autore
E ora ecco a voi alcune frasi con la parole del mese.

Censurare la satira (in nome del cattivo gusto o di altri princìpi volatili e capziosi) è censurare le opinioni. È fascismo.
Daniele Luttazzi, Daniele Luttazzi News (27 dicembre 2007)

DICIAMO – Plurale humilitatis, diverso da quel noi maiestatis a cui gli studenti contrappongono un io insicuro. «Diciamo» è pacioso e bonario, tende a cooptare gli ascoltatori in affermazioni che riguardano solamente chi le pronuncia. Sornionamente democratico, modestamente capzioso, è usato da tutti, atleti, clinici, capiservizio. È il coro delle individualità negli anni Novanta.
Giuseppe Pontiggia, Le sabbie immobili

Se ne avete altre, vi aspetto!

Qualche esempio
Ora inserisco qualche breve frase scritta da me con la parola capzioso.

  • La strega porse la mela a Biancaneve facendo discorsi capziosi.
  • Politici capziosi, ce ne sono fin troppi, purtroppo!
  • Saper persuadere qualcuno è una buona dote, essere capziosi no.


Un racconto di 200 caratteri
E ora un mio racconto in meno di 200 caratteri con la parola capzioso.

Bugie caloriche
Stanca di essere l'amica grassa del gruppo, Gioia portò alla festa una bomba calorica al cioccolato come dolce. Lo offrì a tutti dicendo capziosa: «Ma no, non fa mica ingrassare, tranquilli».

Chi non ha sentito questa frase almeno una volta durante queste vacanze di Natale? Ahahah!

I sinonimi non esistono
I dizionari suggeriscono vari sinonimi per la parola del mese: cavilloso, sofistico, specioso, arzigogolato(*)…
Tutte queste parole, in realtà, però non hanno in loro il senso di tentare di raggirare qualcuno. È vero che un discorso cavilloso può essere usato per raggirare o ingannare, ma ciò non è insito nella parola, come invece avviene nel termine capzioso.
Inoltre, anche se la parola del mese indica un modo di persuadere qualcuno, lo intende solo in senso negativo, quindi è un modo cattivo di essere persuasivi, che contiene in un certo senso del dolo, cioè della volontà di fare del male a terzi.
Secondo alcune fonti, la stessa parola capzioso sarebbe usata in modo capzioso, con l'intendo di confondere più che di spiegare, proprio perché poco conosciuta.

(*) Arzigogolato è stata la parola del mese di settembre 2014, se vi va di approfondirla.

Scopo dell’iniziativa
Anno nuovo, clausole vecchie…

Io mi impegno a usare questa parola in almeno un post durante il mese.
In tali post evidenzierò in modo evidente la parola capzioso, inserirò questa immagine e questa dicitura (con il link a questo post):



Questo post partecipa all’iniziativa Una parola al mese. La parola di gennaio 2016 è capzioso (al link maggiori informazioni).





Chi vuole partecipare all’iniziativa deve segnalarmi in un commento il post (o i post) in cui ha utilizzato la parola (sono validi tutti i post fino al 31/01/2016 compreso). Volendo potete anche inserire l’immagine di questo post e il link, ma non è indispensabile: l’importante è che la parola rimbalzi di blog in blog il più possibile. Maggiori informazioni le trovate nel post che introduce la rubrica Una parola al mese (lì c'è anche l'elenco completo delle parole che ho adottato).

Nella barra laterale del blog, per il mese di gennaio, ho già inserito la nuova immagine per accedere direttamente a questo post, così che possiate trovarlo con facilità.

Anche quest'anno ci saranno due tornei! Tra tre giorni decreterò i vincitori dell'anno scorso, quindi tutto ricomincia e i tornei ripartono da zero!

Il concorso e il Torneo Racconti
Come ogni mese, parallelamente all'iniziativa, parte il concorso per racconti di massimo 200 caratteri contenenti la parola capzioso.
Aprirò il post dedicato al concorso tra tre giorni e avrete tempo fino al 22 gennaio. Il racconto deve essere lasciato secondo le indicazioni fornite e non firmato, così non mi accuserete di fare preferenze. Poi il 24, decreterò il vincitore che potrà scegliere la parola di febbraio o tra un mio elenco di dieci parole o proponendone lui direttamente purché rispettino le poche regole spiegate nel post introduttivo. A quel punto ognuno potrà dire quale era il suo racconto, così aggiungerò i vostri nomi nel post.

Il Torneo Sostenitori di Una parola al mese
Con il Torneo Sostenitori di Una parola al mese, ogni post varrà tre punti, ma solo per i post su blog (non per post promozionali sui social) e solo per quelli che riporteranno anche banner e/o link all'iniziativa. Si possono scrivere più post al mese, ma i punti attribuiti saranno massimo 6 ogni mese (cioè, due post). 
Chi partecipa al concorso del mese (anche senza vincere o classificarsi) otterrà anche un punto per questo torneo (un solo punto al mese, indipendentemente dal numero di racconti partecipanti).

Tra pochi giorni saprete chi ha vinto l'anno scorso, ma intanto preparatevi alle nuove sfide!

Spero che parteciperete intanto perché sono stata persuasiva ma non capziosa!
Alla prossima!

E ora un ringraziamento a chi ha partecipato per salvare inane:  

Nel post dedicato a inane trovate la frase tratta dal post qui citato che contiene la parola inane.
 Io ho usato la parola in un solo post:
 Ringrazio l'unica partecipante di questo mese! Speravo di vedere più partecipazione ma forse vi è sembrato inane partecipare?Il concorso per i racconti invece è andato piuttosto bene (i primi tre racconti sono stati segnalati).
Spero, in generale, che quest'anno le cose vadano un pochino meglio.Grazie a tutti!

P.s. Mancava il post di iara R.M. sulla sua pagina G+. Un grazie anche a lei!




Elenco sempre aggiornato dei post partecipanti all’iniziativa
 [...] Già! Perchè la parola Capzioso significa proprio questo. Cavillare sulle parole, sulle frasi e sulle situazioni in modo da farci credere che chi sta  parlando è la Ragione nuda e cruda, pura e reale. [...]
[...] prendono in giro il pubblico (in realtà sé stessi), con dati di vendita e riscontri capziosi* per darsi il tono dei grandi scrittori ancorché non riconosciuti; [...]


 [...] Oppure potrebbe rendere evidenti le intenzioni di qualcuno, al di là di quanto stia cercando di dirci in modo capzioso. [...]

 [...] La luce del crepuscolo scivola dentro la stanza e, in un gioco capzioso di ombre, richiama il chiarore del giorno. [...]


[...] Anche se il confine è sottile, però, non voglio perdermi in sfumature di significati ed essere capziosa, quindi mi spiego meglio. [...]



Hanno parlato di questo articolo: 


8 commenti:

  1. Ciao Romina, bella parola questa.... ci penso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che devo pensarci anch'io! Ahah!
      Grazie, comunque il merito è di Iara.

      Elimina
  2. Anche se ho scelto io la parola, non ho la minimima idea di come usarla...
    Ci penserò!
    Volevo dirti che ho usato anch'io la parola inane in uno dei miei post;
    il fatto è che non avendo un blog, non so mai se segnalarlo oppure no.

    Un mega salutone :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu segnalami sempre i post, se ti va: anche se non valgono per il torneo, a me fa sempre piacere segnalarli. Questo mese ho visto che ne hai messo uno su g+ e mi sono salvata il link, poi quando l'ho ricliccato mi diceva che il post non esisteva più e quindi credevo l'avessi tolto. Se mi rimandi il link, lo aggiungo, scusa.

      Elimina
    2. Ok, lo farò sicuramente. ^_^

      Qui trovi il vecchio post. :-)

      https://plus.google.com/117941999233142155312/posts/eRsBoMVQnUB

      Elimina
    3. Grazie mille, lo inserisco!

      Elimina
  3. Ecco qui il mio post. QUI
    Ciao Romina.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...